Casa open space: pro e contro di un unico ambiente

pubblicato in: News | 0

L’idea di un’abitazione open space si conferma di gran fascino per molti, grazie al suo effetto contemporaneo e dinamico che permette di creare ambienti luminosi e visivamente ampi.

Non sempre si valutano però gli aspetti negativi di questo stile abitativo, perché sì, ci sono.

In quali casi l’open space si rivela la scelta giusta? Scopriamo insieme le caratteristiche da considerare.

 

Open space: in che cosa consiste?

open-space-interior-design

 

Il concetto di open space nasce all’inizio del Novecento, con l’intento di rendere più efficienti i luoghi produttivi. Nelle abitazioni ciò si traduce generalmente in un unico ambiente che integra cucina e soggiorno comprendendo, quando lo spazio lo permette, anche home office per lavorare da casa. Nei loft il principio si può estendere a tutta la superficie della casa, inglobando anche la zona notte.

La caratteristica principale dell’open space è l’assenza di pareti divisorie, con i vantaggi e gli svantaggi che ne derivano.

 

Open space: pro e contro

 

Pro:

  • Favorisce la condivisione. Eliminando le barriere che separano gli ambienti, la pianta aperta facilita la convivialità e la comunicazione, specialmente per chi ama cucinare in compagnia.
  • Ottimizza gli spazi, anche nei piccoli appartamenti. In un open space la superficie è sfruttata al massimo, assumendo diverse finalità a seconda delle esigenze.
  • Le stanze risultano più luminose e ariose, migliorando la percezione degli spazi.
  • La polifunzionalità dell’open space permette di coniugare produttività e relax.
  • Potrebbe essere l’ideale per una famiglia con bambini piccoli, perché consente di tenerli d’occhio mentre si è impegnati in altre attività.

 

Contro:

  • Si diffondono odori e rumori. Senza pareti divisorie il rischio è quello di diffondere nel resto della casa odori e rumori della cucina, specialmente grandi e piccoli elettrodomestici, che possono risultare sgradevoli. Anche svolgere attività in contrasto fra loro potrebbe rivelarsi fastidioso a causa dell’amplificarsi dei suoni.
  • L’ordine è fondamentale. In un open space tutto è in mostra, compresi i piatti sporchi nel lavello o il letto disfatto quando si ricevono ospiti.
  • La privacy viene limitata. Suddividere gli ambienti garantisce maggiore intimità, che viene a mancare assieme agli elementi divisori.
  • E’ necessario optare per un arredo che dia un senso di continuità e armonia fra le stanze, con minore libertà di scelta.
  • Il numero limitato di pareti costringe a scegliere e disporre accuratamente i mobili contenitori.

 

Gli aspetti negativi non pregiudicano necessariamente la possibilità di realizzare una zona giorno open space. Si possono infatti adottare alcune soluzioni per compensare, ovvero:

  • Porte scorrevoli, da aprire e chiudere secondo le necessità.
  • Investire in una buona cappa aspirante per gli odori.
  • Diversi contenitori per mantenere l’ordine.
  • Nascondere la vista del lavello con un’isola o arredi studiati appositamente.

 

Come arredare un open space

casa-open-space

 

Per quanto riguarda l’arredamento, invece, è necessario creare continuità fra cucina e soggiorno scegliendo un unico stile e mobili dello stesso colore (o che seguano una determinata palette). Allo stesso modo anche il pavimento andrebbe scelto coerentemente. La cucina a vista dovrebbe essere all’insegna del minimalismo in termini di decorazioni e accessori, per evitare un effetto disordinato. Le tonalità chiare sono da preferire nel caso di spazi piccoli, dando la percezione di un ambiente più ampio.

Per dividere due zone si può usare un mobile multi funzionale come una libreria aperta, che al tempo stesso permette di riporre diversi oggetti.

Con delle proposte di arredo mirate il desiderio di un’abitazione open space rimane un’opzione facilmente realizzabile, con la possibilità di ricavare stanze divise nei momenti di necessità.

Sogni una casa open space? Contattaci, valuteremo insieme la soluzione ideale con un progetto personalizzato sulle tue esigenze.